A cosa serve il G7?

A cosa serve il G7?
Ansa


Cos'è, e a cosa serve il G7 che si sta svolgendo in Puglia?

È la riunione di alcuni capi di Stato e di governo che hanno colto l'occasione per un lussuoso e costoso fine settimana a spese della collettività.

Serve a nulla, perché le decisioni importanti non vengono prese in tali incontri ma in sedi diverse e magari riservate.

È una parata propagandistica, specie da parte del governo italiano che l'ha organizzata in quanto il nostro Paese è presidente di turno del G7.

Il fatto vero è che da alcuni decenni la politica è diventata una permanente campagna elettorale.

Ogni iniziativa viene amplificata con affermazioni e aggettivi roboanti, come storica, epocale, unica, irripetibile, magnifica. La gongolante Giorgia Meloni ha detto: "Abbiamo stupito il mondo"! 

Addirittura!

A proposito di Giorgia, stiamo assistendo ad una progressiva espansione del suo "Ego": si muove in auto con il Papa, siede accanto al Papa, ha l'abito dello stesso colore.

Comincio ad avere qualche idea su chi sarà il successore di Francesco.

Altro che premierato!

In un mondo dove imperversano conflitti che hanno causato e causano milioni di morti, e tra essi bambini e civili innocenti; nel quale le disuguaglianze, le ingiustizie sociali, la negazione delle libertà e dei diritti fondamentali assumono dimensioni scandalose, chi ha in mano le sorti del Pianeta dovrebbe riscoprire il valore del REALISMO e della SOBRIETÀ.

E, soprattutto, meno IPOCRISIA, per favore!

REALISMO E SOBRIETÀ nei comportamenti, nei rapporti, nelle dichiarazioni, nelle promesse.

Invece accade esattamente il contrario. In sintesi, a cosa servono i vari G7, G8, G20, G27, che vengono periodicamente convocati?

Sul piano dell'immagine ad appagare il narcisismo dei "potenti".

Sul piano dei risultati lo dico in latino: inutiliter datum!

E.G.