SATURAZIONE DA CORONAVIRUS

Lionello Cerri, fondatore e amministratore delegato di Anteo Spazio Cinema, ha dichiarato che sta studiando un’attività online che si proponga anche come piattaforma per i film in prima visione. La sua è una riflessione sul futuro data dalla situazione che li costringe a dover rimandare le nuove uscite e a tener chiuse le porte ancora a lungo.

SATURAZIONE DA CORONAVIRUS
Image by Alfred Derks from Pixabay

Calano gli ascolti dei programmi tv che parlano dell’attuale situazione riguardante il Coronavirus a favore di programmi di approfondimento, film e fiction. Alcuni studi effettuati sugli ascolti hanno dimostrato che questa scelta è dovuta alla predilezione da parte dei giornalisti ad una narrazione votata al “senza speranza”, con toni pessimistici ed a volte apocalittici.

Alcune fiction hanno guadagnato addirittura 2,4 milioni di telespettatori a discapito dei programmi di attualità, che hanno risentito di 210 mila italiani in meno. In una sola settimana il TG1 serale ha registrato un calo di 352 mila telespettatori, complici anche le numerose alternative, come il lancio di alcune fiction o la possibilità di vedere film gratuitamente su alcune delle piattaforme più conosciute.

Anche la Cineteca di Milano ha deciso di rendere disponibile gratuitamente in streaming tutto il suo catalogo di film. Un’opportunità eccezionale per chi ama il cinema del passato. Ma se si ha voglia di esplorare qualcosa di diverso, alcuni dei musei più famosi del mondo offrono la possibilità di visitare le loro collezioni stando comodamente seduti sul proprio divano.

Tour virtuali on line per gli appassionati o per chi ha solo voglia di visitare queste meraviglie, come la Galleria degli Uffizi a Firenze, i Musei Vaticani di Roma, il Museo Archeologico di Atene, il Museo di Prado di Madrid, il Louvre di Parigi, il British Museum e il Metropolitan Museum di New York. Ma in questa situazione che non sembra volersi risolvere in breve tempo, anche i cinema si organizzano, nonostante siano chiusi, stanno studiando una sala virtuale.

Lionello Cerri, fondatore e amministratore delegato di Anteo Spazio Cinema, ha dichiarato che sta studiando un’attività online che si proponga anche come piattaforma per i film in prima visione. La sua è una riflessione sul futuro data dalla situazione che li costringe a dover rimandare le nuove uscite e a tener chiuse le porte ancora a lungo.

Finita l’emergenza bisognerà solo capire come ripartire, trovare un sistema per far rialzare un paese piuttosto fragile, attualmente in ginocchio.