Attimi di memoria

Dedicata ai bambini siriani e a tutti quelli in guerra

Attimi di memoria
Image by PDPhotos from Pixabay

Una folata detta “guerra”

si è abbarbicata ai vostri piccoli corpi.

Quanto ricorderete ancora i vostri giochi?

Quanto ancora il calore dei baci

e degli abbracci dei vostri cari?

 

Tutto rimarrà nella coltre della memoria,

quella resa indegna dallo spargimento

di disgrazie di un mondo infame.

Come conoscere la precarietà della vita

in un mondo disordinato che vi ha respinto?

Vi ha resi schiavi del rancore assurdo

di un mondo che mai avreste dovuto conoscere.

Arbitri sleali hanno moderato partite

di inciviltà, di odio, di malversazione.

 

E voi piccoli, mai divenuti adulti

 guarderete da lontano il vostro futuro.

Dal buco della serratura dell’umanità

sconcia osserverete l’inosservabile.

Ogni immagine di voi, piccoli,

 è una ferita profonda,

il “mostro” di inciviltà.

 Lacerante inerzia di chi potrebbe

 ma non fa, di chi si nasconde

 in complotti internazionali.

 

Di chi si dice difensore degli ultimi

per poi accasciarsi sull’impotenza voluta,

sulla raccapricciante mole di distanze

 che trovano lo spazio e il tempo di esistere

 nel quartiere selvaggio di questo grande buco

 che è diventato il mondo.

A voi piccoli, mai divenuti adulti!