Donne, parità di genere, violenza e femminicidio: se ne discute con la politica

Sabato 6 novembre alle ore 17:00 presso il Museo dell’Acciuga ad Aspra (Bagheria) Strada Comunale Cotogni, 86. Contestuale all’incontro, all’interno dello spazio, la mostra “Fimmini” dello scultore Francesco Maglio. Visitabile giá dalle ore 16:30.

Donne, parità di genere, violenza e femminicidio: se ne discute con la politica

Sempre più spesso ci scontriamo con notizie di violenza sia fisica che psicologica, la donna oggetto da possedere accompagnata dal sessismo latente anche nel linguaggio.
Assieme alle mamme di due ragazze, Giordana e Laura, vittime di femminicidio ed a Lidia Vivoli, sopravvissuta ad un tentativo di femminicidio.
Ascolteremo direttamente dalle loro voci l’esperienza della violenza.

Raccontandoci delle loro vite, dove l’uomo era avvolte il padre, altre il compagno, la persona piú vicina, chi diceva di proteggerle ed invece ha infierito sia sui loro corpi e ei loro ricordi e nei pensieri.

Il tema verrà affrontato in una prospettiva pratica, partendo dalle storie di vita delle vittime, simbolizzando, per passare al comprendere l'attività' istituzionale in essere ed in divenire, tentando di tracciare un percorso di interventi che abbracci la storia delle battaglie femministe nel passato e dei temi del genere femminile sul piano internazionale del presente e nel futuro.

Relatori:

- On. Cinzia Leone
Senatrice XVIII legislatura, vice presidente commissione femminicidio e violenze di genere, M5s;

- On. Lucia Azzolina
Deputata XVIII legislatura, ex ministro dell’istruzione, M5s;

- Maria Saeli, Tesoriere Nazionale +Europa;

- Rosalba Bellomare, Presidente Associazione Rivista Mezzocielo;

- Vera Squatrito
mamma di Giordana Di Stefano vittima di femminicidio;

- Giovanna Zizzo
mamma di Laura Russo vittima di femminicidio;

- Lidia Vivoli, sopravvissuta a tentativo di femminicidio;

Saluti e moderazione: 
- Daniele Ventura, 
ex imprenditore vittima di mafia e collaboratore WordNews.it
- Antonino Martorana.

Si ringrazia Michelangelo Balistreri per la gentile concessione dello spazio del museo.
È gradita gentile prenotazione alla mail: incontro.donne.femminicidio@gmail.com

Obbligatorio il green pass.