Eppure

Eppure
Foto di Engin Akyurt da Pixabay

Io sono il giorno

e tu la notte.

Tu sei il giorno

dei miei giorni

E io la luna

delle tue notti.

 

E quando le voci

cercano di uscire

dalla mia testa,

in quel momento

compari tu come

sogno notturno d’estate,

sfuggente

eppure così rassicurante

così diverso, eppure,

mi comprendi,

così lontano, eppure

in me.