I diritti delle donne sempre sotto attacco

VERGOGNA. «Assumeresti mai del veleno?» è il delirante e violento messaggio del manifesto, mentendo sulla pericolosità di tale metodo per l'interruzione volontaria della gravidanza, riconosciuto al contrario sicuro dall'Oms, l’organizzazione mondiale della sanità che ne raccomanda l’assunzione fino alla nona settimana di gestazione; metodo utilizzato da oltre vent’anni in molti paesi.

I diritti delle donne sempre sotto attacco

Sono apparsi anche in Umbria i vergognosi manifesti fatti affiggere da un sedicente comitato pro vita che vorrebbe mettere al bando la pillola abortiva Ru486. La stessa cosa è accaduta in altre città italiane nei giorni scorsi destando indignazione e sgomento.

Manifesti che violano la libertà delle donne nel poter scegliere non solo del proprio corpo ma anche. e soprattutto. in merito ai diritti loro riconosciuti dalla legge sull’aborto 194/1978.

“Assumeresti mai del veleno?” è il delirante e violento messaggio del manifesto, mentendo sulla pericolosità di tale metodo per l'interruzione volontaria della gravidanza, riconosciuto al contrario sicuro dall'Oms, l’organizzazione mondiale della sanità che ne raccomanda l’assunzione fino alla nona settimana di gestazione. Un metodo utilizzato da oltre vent’anni in molti paesi. Un messaggio assolutamente contrario alle evidenze scientifiche e quindi ancor più pericoloso.

«Un vero atto di violenza questa campagna pubblicitaria», dicono le donne della Rete Umbra per l’Autodeterminazione, che ne chiedono l'immediata rimozione e il divieto di ulteriori affissioni sul territorio regionale, anche per il rischio di una comunicazione ingannevole che potrebbe creare dubbi e incertezze nelle donne distogliendole erroneamente dall’utilizzo del farmaco.

La Rete Umbra ha lanciato una petizione online che in poche ore ha già raggiunto migliaia di firme e che può essere sottoscritta su:

CLICCA QUI PER FIRMARE: http://chng.it/g6mhFjcg6Z

Ancora una volta un attacco grave alla libertà delle donne, un insulto alla loro intelligenza.

Ancora una volta un fermo no da parte delle donne umbre come risposta.

 

WORDNEWS.IT © Riproduzione vietata