I giovani fascisti di Fratelli d'Italia

A pochi giorni dalle elezioni europee grazie ad un'inchiesta di Fanpage, tramite la sua unità investigativa Backstair, scopriamo il vero volto di Gioventù Nazionale, movimento giovanile di Fratelli d'Italia.


Inni al Duce e “Sieg Heil” (saluto alla vittoria che si sentiva qualdo si faceva nelle adunate nazista) , paura della stampa, apologia del terrorismo nero e dei tempi in cui si potevano aggredire gli avversari politici: questi sono i temi che girano dentro le sedi di Gioventù Nazionale, il movimento giovanile di Fratelli d'Italia.

Tramite una giornalista di Fanpage si è riusciti a scoprire il vero volto dei giovani che dovranno essere la classe dirigente del futuro. Oltre ai giovani si possono notare alcuni deputati di FdI che, tra saluti romani e dei gladiatori, sono entusiasti del lavoro svolto dai giovani: addirittura Arianna Meloni, sorella della Premier, loda pubblicamente Flaminia Pace, la responsabile del cicrcolo a Roma. Tra i deputati che si vedono possiamo notare Marco Perissa e Paolo Trancassini che si salutano con il saluto dei gladiatori dentro la sede del partito, e Nicola Procaccini, eurodeputato, fare lo stesso con altri dirigenti.

Addirittura i giovani sono stati lodati dai palchi della festa di Atreju dalla stessa Premier, Giorgia Meloni, intonandoli come la

“migliore gioventù, l'anima e il motore necessari per far vincere Fratelli d'Italia”.

 

“È da quando avevo 14 anni che faccio politica, con FdI ho iniziato il primo anno di Università m aprima ero di CasaPound”.

 

“Mio nonno era un fascistone, quando sono nata mi ha regalato un corredo nero di seta, sono cresciuta così”

sono questi alcuni racconti di qualche giovane militante.

Guardatevi il video dell'inchiesta di Fanpage e vedrete con ivostri occhi quale dovrebbe essere la prossima classe dirigente.

immagine di copertina e video di Fanpage