Il paradosso della società di oggi?

IL PUNTO DI ANTONELLA GIORDANO.

Il paradosso della società di oggi?
Il dipinto di Renè Magritte che esprime perfettamente il senso del paradosso

Alla perfezione dei mezzi sempre più perfetti si contrappone la confusione dei fini nelle volontà dei decisori, proclivi - per ignoranza, inettitudine o vocazione - ad alleanze opportunistiche.

La determinazione di trarre esclusivo vantaggio personale spinge costoro alla negazione del passato e dei valori condivisi nel tempo occupando gli scranni della politicanza.

L’attuale politicanza non opera in funzione del “dover fare la polis” (principio cardine della democrazia, secondo la civiltà greca) ma di chi la coltiva facendone un’accademia nepotistica più che uno strumento per lavorare e ottenere risultati per il bene comune.

Una società tecnologica e opulenta, infarcita di falso umanitarismo e profondamente disumana, democratica a prole, totalitaria in pratica non può affermare valori umani ma soltanto consolidare rapporti tra anime artificiali.