La cucina siciliana tra dieta mediterranea e antiche tradizioni

Ricca di tradizioni, la cucina siciliana è amata e apprezzata in tutto il mondo per la varietà di sapori.

La cucina siciliana tra dieta mediterranea e antiche tradizioni

La cucina siciliana è ricca di molti sapori, che sanno di attuale e d’antico, che stanno in un perfetto equilibrio tra terra e mare, tra realtà storica e attuale, in tanta vivace fantasia, nelle estrinsecazioni di molteplici forme artistiche. Essa è sempre una continua scoperta e riscoperta poiché è una cucina povera e ricca nel medesimo tempo, avendo ingredienti originali, semplici, economici e una infinita varietà di profumi e sapori.

La realizzazione di piatti diversi e gustosi spinge a restare a tavola senza limite di tempo, anche perché a tavola non si invecchia. Le ricette della cucina siciliana, rurale e contadina, ancora oggi si tramandano nelle famiglie dei paesi siciliani, ma si stanno riscoprendo, già da un po’ di tempo, pure da parte delle trattorie e dei ristoranti tipici e non solamente nella terra dell’isola di Sicilia. Esse sono costituite da ingredienti rinvenibili nei giardini di fruttiferi, negli orti familiari, nella macchia mediterranea o nel sottobosco, negli allevamenti familiari e aziendali, nel vasto mondo costiero e agricolo ove tutto nasce, si sviluppa e matura sotto cocente sole ed in terreni di varia natura e consistenza. Di queste ricette di cucina, inoltre, elementi fondamentali sono l’olio extra-vergine d’oliva e le erbe e piante aromatiche e officinali. La realizzazione delle ricette stesse è facile e semplice; richiede poco tempo, ma sempre molta attenzione. Gli ingredienti non sono costosi ed hanno gusto caratteristico, ma i risultati sono sempre eccellenti.

Nella cucina siciliana si adopera spesso il piatto unico, cioè una pietanza che contiene tutti i principi nutritivi uniti armonicamente. Tali sono le paste arricchite di prodotti locali (pasta con le sarde e pescato vario, con ortaggi e legumi, con salsiccia e carni varie, ,con verdure, con cacio, minestrone, ecc.). La frutta fresca, varia e diversa nelle stagioni dell’anno, non manca mai sulla tavola, anche in composizioni varie. La frutta secca, ricca di amido e di zuccheri semplici (glucosio e fruttosio) e di tanti elementi minerali, è adoperata come risorsa alimentare al pari dei dolci realizzati con la farina, il miele, il latte.

Le molteplici piante aromatiche, oltre a conferire sapore al cibo, danno apporto di sali minerali, vitamine e principi attivi che favoriscono le funzioni vitali dell’organismo anche prevenendo e curando le malattie.

Molto pesce, poca carne, niente burro, con moderazione uova, tanti legumi, pane e spaghetti, verdura e frutta, sempre olio extravergine d’oliva, questi sono gli alimenti essenziali della sana alimentazione siciliana e mediterranea. Nelle ricette della cucina siciliana le dosi degli ingredienti sono indicative perché riferite alle abitudini locali di cucinare e alla disponibilità, che cambiano da una zona all’altra. Inoltre, in cucina, ogni persona varia le ricette secondo i propri gusti personali e l’esperienza acquisita o in relazione al prodotto finito che vuole ottenere.

La cucina siciliana è mediterranea e rappresenta pienamente la “dieta mediterranea” (“dieta” dall’etimo greco “dìaita” e quindi dal latino “diaita”, ossia “modo di vivere”, “stile di vita”), che nel 2010 il Comitato Intergovernativo dell'Unesco ha iscritto nella lista del patrimonio culturale immateriale dell’umanità.