La Perugia-Assisi: una straordinaria marcia per la Pace

E' stata indetta per il 24 aprile.

La Perugia-Assisi: una straordinaria marcia per la Pace

Un no alla guerra in corso in Ucraina, un no a tutte le guerre in corso, un no alla guerra come strumento per derimere i conflitti fra nazioni. Un no alla guerra che tutto distrugge condannando i civili inermi alla sofferenza e alla morte.

Scrive il comitato promotore della marcia: 

"Fermare la guerra vuol dire negoziare subito, con determinazione, su tutto: il cessate il fuoco, i corridoi umanitari, la fine della guerra, la sicurezza per tutti, il disarmo, il rispetto dei diritti umani di tutti, comprese le minoranze. Tutte le strade vanno percorse. Bisogna dialogare con tutti. È urgente l’apertura di un negoziato multilaterale serio, strutturato, concreto, onesto e coraggioso, sotto l’autorità delle Nazioni Unite. Il Segretario Generale dell’Onu, i responsabili dell’Unione Europea e della politica internazionale lo devono fare ora! Guardando al presente ma anche al futuro. Per salvare la povera gente che è rimasta sotto le bombe. Per scongiurare la catastrofe atomica. Per impedire l’esplosione di una nuova devastante crisi sociale e ambientale. Non c’è obiettivo più importante!" 

La guerra è follia! Ecco perchè occorre riportare al centro di tutto il pacifismo, la mobilitazione, il dialogo: solo un serio negoziato potrà scongiurare il peggio e porre fine a tale scempio.

Una convocazione alla mobilitazione alla vigilia del 25 aprile, Festa della Liberazione; una marcia per ricordare che solo la pace è la risposta e che la nostra Costituzione "ripudia la guerra come strumento di offesa alla libertà degli altri popoli e come mezzo di risoluzione delle controversie internazionali."

 

LEGGI ANCHE:  

Vergognatevi tutti. Siete solo dei folli

- La differenza

 

LA GUERRA IN UCRAINA E IL COSTITUZIONALISMO DEMOCRATICO

«Putin sottovaluta l’Europa»

«Putin ha violato il diritto internazionale. Ora si deve ritirare»

«Putin non è il demonio. È stato messo con le spalle al muro»

I profughi di guerra sono tutti uguali

«Se vuoi la Pace costruisci la Pace»

 

La guerra è morte e distruzione

Gli occhi di Kiev

Terni, fiaccolata contro la guerra

L'Italia RIPUDIA la guerra

 

Stiamo rischiando una terza guerra mondiale?

Ingroia: «No ad ogni guerra»

 

Per quale ragione non è stata sciolta la NATO?

Invasione dell'Ucraina, Draghi avvisa Putin: «Ritiri le truppe»

 

- Il discorso dello Zar, con la minaccia: «Non reagite, le conseguenze saranno come mai viste in tutta la storia»

La Russia attacca. Putin minaccia il mondo: «non interferite, altrimenti ve ne pentirete»