L’Accademia Italiana della Cucina di Isernia celebra 20 anni di attività

Questo pomeriggio, alle 17.00, all’Auditorium di Isernia la presentazione del libro “Cultura e Convialità 2001-2021” a cui seguirà lo spettacolo operistico teatrale a cura degli artisti del Conservatorio L. Perosi di Campobasso.

L’Accademia Italiana della Cucina di Isernia  celebra 20 anni di attività

La Delegazione di Isernia dell’Accademia Italiana della Cucina compie quest’anno vent’anni di attività. Per celebrare la ricorrenza, sabato 23 ottobre 2021, alle ore 17.00, l’Auditorium “Unità d’Italia” di Isernia ospiterà un evento per raccontare al pubblico la sua storia e il suo impegno nella valorizzazione economica e turistica del Molise attraverso la cultura gastronomica. Un evento, ad ingresso libero, nel quale l’AIC presenterà il libro “Cultura e Convialità 2001-2021” per poi dare spazio ad uno spettacolo operistico e teatrale portato in scena da artisti e musicisti molisani.

«Il Molise, fino a pochi anni fa regione sconosciuta nell’identità e nella localizzazione geografica – sottolinea Franco Di Nucci, Delegato AIC di Isernia - è diventata, soprattutto quest’anno, un’attrazione o meglio “una scoperta”. Finalmente siamo approdati, noi molisani, fra le mete turistiche. Grande ruolo hanno avuto la natura, l’ambiente incontaminato, gli scorci paesaggistici, i meravigliosi borghi, la storia e i tesori archeologici ed artistici. Di certo un’altra carta fondamentale è stata la gente: la sua mitezza e la capacità straordinaria di accoglienza e soprattutto le tradizioni, in particolare quelle gastronomiche. Il cibo molisano con i suoi meravigliosi prodotti ha finito di convincere per la sua attrattiva. L’Accademia Italiana della Cucina ha una bella presenza nel Molise, sia nelle articolazioni territoriali sia nel centro studi territoriale.

Si occupa, come in tutta Italia, della difesa delle tradizioni regionali. Ha avuto pertanto un certo ruolo  nella valorizzazione economica e turistica delle nostre realtà e in questo momento vuole raccontare il suo impegno». A presentare il libro “Cultura e Convialità 2001-2021” alle 17.00 sarà Emilia Vitullo. A seguire, dalle 18.30 il pubblico potrà ascoltare il monologo “Anna Cappelli” di Annibale Ruccello e l’opera comique “Rita” di Gaetano Donizetti, a cura degli artisti del Conservatorio L. Perosi di Campobasso per il 50° anno dalla fondazione dell’istituto, per la regia di Daniela Terreri. La serata è organizzata in collaborazione con l’Assessorato Turismo e Cultura della Regione Molise e vedrà anche la partecipazione dell’Assessore Vincenzo Cotugno.

Una serata di riflessione sulle attività dell’Accademia italiana della  Cucina e di divertimento per la messa in scena di meraviglie della cultura operistica e musicale italiana. Un ulteriore aiuto all’identità regionale da scoprire e valorizzare, con il turismo.