Lingua e modi di dire

In ogni lingua parlata si sono formati delle frasi tipiche, aforismi ed espressioni tipiche, riferite a cose reali o di senso figurato o allusivo, diventati spesso proverbi e modi di dire.

Lingua e modi di dire
Foto d'archivio

La lingua è il muscolo situato nella bocca e preme contro i denti, contro il palato per articolare le parole ed è la sede delle papille gustative. La lingua è pure il sistema di comunicazione fatta di segni e suoni, che caratterizzano l'essere umano distinguendolo da ogni altro essere animale vivente. In ogni lingua parlata si sono formati delle frasi tipiche: frasi, aforismi ed espressioni tipiche, riferite a cose reali o di senso figurato o allusivo, diventati spesso proverbi e modi di dire. I diversi proverbi e modi di dire correnti, adoperati con attenzione, permettono di comunicare ed intendere tra le varie persone.

Il proverbio (dal latino proverbium) è una massima che contiene dettami, norme, giudizi, consigli espressi in modo sintetico e, spesso, in metafora ed anche in rima, ricavati dalla comune esperienza di un popolo. Parlare la stessa lingua:esprimersi allo stesso modo. Avere la lingua biforcuta: essere una persona falsa e malvagia. Avere la lingua lunga: parlare troppo raccontando i segreti altrui. Avere qualcosa sulla punta della lingua: volere dire qualcosa di cui ora non ci si ricorda. Avere una bella lingua: essere molto eloquente, esprimersi con facondia e chiarezza. Parlare in lingua: parlare in maniera linguisticamente corretta. Essere una mala lingua: spargere calunnie e maldicenze. Fare la linguaccia: tirar fuori la lingua in segno di dispetto. La lingua batte dove il dente duole: tornare sempre sull’argomento che sta a cuore. Mordersi la lingua: zittirsi prontamente. Non aver peli sulla lingua: parlare senza alcuna remora. Perdere la lingua: non sapere cosa dire, rimanere senza parole. Ingoiarsi la lingua: non parlare più, ammutolire, tacitarsi. Chi ha lingua va ovunque: cavarsela chiedendo informazioni per poter giungere alla meta. Chi sa le lingue va in ogni dove: le lingue consentono di andare ovunque. La lingua è la colla dei popoli: la reciproca conoscenza della lingua accomuna gli uomini. Lingue straniere, stranieri costumi:in ogni posto che vai trovi lingua e usanze diverse. Chi lingua ha, a Roma va: chi sa, chiedendo giuste informazioni, arriva ovunque. La lingua delle donne taglia e cuce: le donne sono alquanto chiacchierone e pettegole. La lingua non ha ossa, ma rompe le ossa: talora le parole possono fare grande danno. Chi ha lingua può andare dappertutto: chiedendo le giste informazioni si può arrivare ovunque. Ne uccide più la lingua che la spada: talvolta le parole fanno molto danno. Dove l’oro parla la lingua tace: Il denaro è capace di nascondere anche i soprusi peggiori. Lingua cheta e fatti parlanti: poche parole, azioni tante. Facta non verba: Fatti non parole. Per la lingua si langue: la lingua può determinare anche grandi danni. La lingua unge e il dente punge: Le buone parole non recano sempre un gran bene. Non si può tenere la lingua a nessuno: alla gente non si può impedire di parlare. La lingua sta dietro i denti: la lingua guida sviluppo, evoluzione, mantenimento del corpo. Ne uccide più la lingua che la spada: qualche volta le parole possono fare grande danno. Tempra sempre la lingua affinché non ti ponga in malo stato: per non avere mai danno bisogna essere sempre moderati nel parlare. Trentadue denti non riescono a tenere a bada una lingua: non sempre si riesce a frenare il dire sconsiderato.