LO SGUARDO IRREGOLARE. ATELIER DI ARTISTE

LABORATORIO MUSICALE HAVALES. LIBERE DI SCEGLIERE, MIGRARE O RESTARE.

LO SGUARDO IRREGOLARE. ATELIER DI ARTISTE


 

Nell’ambito del progetto “Lo Sguardo Irregolare. Atelier di Artiste”, il 28 giugno con il laboratorio musicale Havales si concludono tutti gli incontri che hanno visto impegnate cinque donne artiste in quindici appuntamenti da aprile a giugno 2024, presso lo spazio espositivo di Via Giolitti 349, a Roma.

 

Il laboratorio musicale Havales, formato da Clara Mirolla, Antonella Palombo e Giovanna Tinè, nasce e si sviluppa dalla passione e condivisione delle tematiche e delle emozioni del Rebetiko.

 

Musiche ispirate dal talento delle classi povere e dai profughi provenienti dall’Asia Minore negli anni ‘20 del Novecento che esprimono in modo profondo sentimenti e patimenti fino a provocare un effetto catartico collettivo, tanto da essere spesso definito “il blues greco”.

Il progetto LO SGUARDO IRREGOLARE. ATELIER DI ARTISTE, vincitore del bando pubblico indetto dal Comune di Roma, in collaborazione con Zetema, è promosso e realizzato dall’associazione culturale Artistema.

Tutti gli incontri organizzati sono stati ad ingresso libero e si sono svolti presso lo spazio espositivo di Via Giovanni Giolitti 349 a Roma, All’Esquilino, unico posto in cui la Città riacquista il volto di capitale internazionale; dove la ricerca dei luoghi del mondo diventa aspirazione eterna a qualcosa che non c’è o è che è confinata in un angolo dell’immaginario.

E’ stato scelto il rione Esquilino per l’affascinante contrasto tra antichità romane, vestigia sabaude, binari, locomotive.

Qui si respira l’aria del colle, multietnico, avvolgente, inclusivo, facilmente raggiungibile dalla Metro A e da numerosi bus.