Lutto cittadino per i due ragazzi morti

TERNI. C'è tanto sgomento in città, tanta tristezza ed anche preoccupazione per il futuro. Nel frattempo il GIP di Terni ha convalidato il fermo del quarantenne che ha confessato di aver ceduto la droga ai due minorenni.

Lutto cittadino per i due ragazzi morti

È lutto cittadino oggi a Terni, con le bandiere a mezz’asta e con il Duomo colmo di gente per i funerali di Flavio e Gianluca, le due giovani vittime di 15 e 16 anni uccisi per aver assunto un mix con dentro il metadone.
Cè tanto sgomento in città, tanta tristezza ed anche preoccupazione per il futuro: ci sono le famiglie  delle vittime devastate dal dolore, c’è una comunità intera che si interroga su come porre un freno a tutto questo.

Don Alessandro, il parroco del Duomo che celebrerà il funerale, ha affermato: «Bando alle ipocrisie, è tempo di lottare insieme contro le dipendenze, contro le droghe». Don Alessandro parla di vittime spesso troppo giovani per capire le conseguenze di alcuni atteggiamenti, vittime innocenti che vanno tutelate e difese.

Le famiglie, la comunità, le istituzioni - tutte insieme - dovranno ripartire da queste due morti: per non renderle vane, per rispondere con forza nei prossimi giorni al dramma legato allo spaccio in città  e porre in essere una serie di provvedimenti che tutelino i nostri ragazzi.

Nel frattempo il GIP di Terni ha convalidato il fermo del quarantenne che ha confessato di aver ceduto la droga ai due minorenni.