Piazza della Libertà e i migranti della rotta Balcanica

Una piazza di amore e solidarietà in una Trieste indifferente e schiva.

Forse non è un caso , ma si chiama Piazza della Libertà il luogo dove i volontari della associazione Linea D’Ombra accolgono i migranti della rotta Balcanica.

A Trieste ,ogni giorno, Lorena Fornasir e Gian Andrea Franchi curano le ferite del corpo e dell’anima di decine di giovani, uomini e donne che fuggono dall’inferno per approdare nella tanto sognata Europa. Affamati stanche,feriti, vittime di torture e respingimenti, questi nostri fratelli chiedono solo di poter vivere. 

Una piazza di amore e solidarietà in una Trieste indifferente e schiva.

Lorena e Gian Andrea sono accusati di sfruttamento dell’immigrazione e stanno affrontando un processo per questo. Un mondo strano, un paese al contrario che premia chi discrimina e processa chi accoglie.

Le immagini non sono perfette, ma è importante ascoltare la testimonianza di chi ogni giorno rende migliore questa nostra Patria.

 

In copertina: ph Redattore Sociale