PNRR, gli eventi agnonesi

Il Comune di Agnone protagonista di due giornate formative/informative sulle politiche energetiche nell’ambito del progetto REEHUB +, il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza e la Politica di Coesione 2021- 2027.

PNRR, gli eventi agnonesi

L’amministrazione comunale di Agnone apre le porte del Teatro Italo Argentino per due appuntamenti nell’ambito delle politiche energetiche, Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza e la nuova Politica di coesione 21 – 27.

Due giorni intensi di lavori, dove tecnici, esperti del settore, amministratori, decisori politici e cittadini avranno l’opportunità di aumentare e migliorare le proprie conoscenze su tematiche di grande attualità.

Il primo appuntamento che si terrà domani, venerdì 13 maggio dalle ore 10:00 alle ore 18:00, è organizzato nell’ambito del progetto REEHUB Plus (Regional Energy Efficiency Hub Plus) cofinanziato dal Programma di Cooperazione Territoriale IPA CBC Italia – Albania – Montenegro, l’iniziativa di cooperazione rappresenta una buona prassi per tutto il territorio coinvolto, infatti è la continuazione del precedente progetto REEHUB che ha visto importanti risultati tangibili per il Comune di Agnone che dopo aver creato un vero e proprio HUB energetico presso Palazzo Bonanni ha individuato altri due edifici pubblici  per svolgere attività di misurazione dati energetici e mettere a punto un manuale per le procedure a disposizione di tecnici ed esperti del settore.

Sarà l’occasione di condividere i risultati ottenuti con la comunità locale e trarre spunti per prossime iniziative progettuali da attuare in materia di efficientamento energetico con un focus particolare per gli edifici di pubblica utilità.

La sessione pomeridiana sarà dedicata al Green Public Procurement nella quale verranno trattati tematiche quali, l’edilizia sostenibile, le indagini strumentali, le prospettive della nuova programmazione 2021-2027 per la riqualificazione energetica, tra i relatori, tecnici ed esperti nazionali del settore che svolgeranno anche una funzione di aggiornamento verso i propri colleghi che potranno maturare crediti formativi secondo l’ordine di appartenenza, l’evento infatti è patrocinato dagli ordini degli Architetti, degli ingegneri e dei geometri della Provincia di Isernia.

Sabato 14 maggio dalle ore 10:00 alle ore 13:30, sempre presso il Teatro Italo Argentino in Agnone, si affronteranno le opportunità offerte dal Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza e delle prospettive di sviluppo sostenibili date dalla Politica di Coesione in partenza con la prossima approvazione dei Programmi Regionali.

Il seminario, dal titolo “Il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza e la Politica di Coesione 2021-2027: le opportunità per una strategia unitaria di sviluppo”, è sostenuto e promosso dall’amministrazione comunale di Agnone, in collaborazione con EuRelations GEIE permetterà di approfondire gli obiettivi di policy e le relative linee di finanziamento introdotti dal Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza e verrà inoltre restituita una lettura del quadro dell’evoluzione della Politica di Coesione  e delle sue ricadute sul territorio dell’Alto Molise, al fine di individuare possibili driver per strutturare futuri interventi e fornendo degli spunti su possibili traiettorie e progetti di sviluppo locale sostenibile.

 

È consigliata la registrazione per partecipare ai due eventi. Le iscrizioni sono possibili ai seguenti link:

13 maggio - Gli strumenti a sostegno della riqualificazione energetica degli edifici e il Green Public Procurement. REEHUB PLUS https://docs.google.com/forms/d/e/1FAIpQLSeL1w9JNHmdk_ghxdwhLigc6fbznUTqNUYxNjUvxIgfLQi_Lg/viewform

14 maggio - Il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza e la Politica di Coesione 2021-2027: le opportunità per una strategia unitaria di sviluppo

https://www.eventbrite.com/e/biglietti-il-piano-nazionale-di-ripresa-e-resilienza-e-la-politica-di-coesione-21-27-327076413357

Entrambi gli eventi, inoltre, saranno trasmessi in diretta streaming sul canale YouTube del Comune di Agnone https://youtube.com/c/ComunediAgnoneoff dover potere riascoltare gli interventi e i relatori coinvolti.