«Riconosciuta questa strage»

I familiari delle vittime del Covid19 a Livorno nell’anniversario della strage di Viareggio

«Riconosciuta questa strage»

Sabato 29 giugno a Livorno, nel contesto dell'anniversario della strage di Viareggio,  della Moby Prince e dell'Assemblea Nazionale de Le radici del sindacato, l'Associazione dei familiari delle vittime del Covid19 #Sereniesempreuniti ha partecipato alla manifestazione per le vittime delle stragi di stato.

Come rappresentanti delle vittime della strage del Covid che - dalla bergamasca a tutta Italia - ha portato via i cari di migliaia di persone, Cassandra Locati presidente di #Sereniesempreuniti e Consuelo Locati, del team legale, hanno ribadito che le vittime del Covid sono state la conseguenza dell'inefficienza del nostro paese a tutelare la salute e la vita di tutti gli italiani.

È stata l'occasione per rilevare nuovamente che, se chi ricopriva a vario titolo ruoli apicali o dirigenziali nei governi avesse ottemperato agli obblighi imposti dalla normativa italiana e internazionale a tutela della vita dei cittadini, migliaia di queste persone sarebbero ancora vive.

"La presenza di #Sereniesempreuniti sabato è un passaggio importantissimo per gli associati e tutti i parenti delle vittime, ma anche per tutti coloro che appoggiano e sostengono la nostra Associazione e i nostri progetti pur non avendo subito lutti. Significa che la nostra associazione è riconosciuta dall'opinione pubblica al pari di tutte le altre che rappresentano i familiari delle vittime delle stragi di stato", ha dichiarato Cassandra Locati, presidente dell'Associazione presente sabato a Livorno.

"Per noi - ha aggiunto- questo invito ricevuto da Eliana Como, che ringrazio a nome di tutti, rappresenta anche il riconoscimento di tanti sforzi che da quattro anni stiamo facendo per far conoscere a tutti anche l'attività della nostra associazione, nata a supporto delle azioni legali ma che si è ampliata realizzando diversi progetti rivolti soprattutto in ambito sociale".

"È stata una presenza importantissima quella di sabato perché è il riconoscimento che le vittime del Covid19 sono state le vittime di una strage di stato e cioè conseguente alla violazione di norme imperative poste a tutela del diritto fondamentale alla salute ed alla vita, protetto dalla nostra  costituzione. Ringrazio Eliana Como per questo invito veramente importantissimo anche in considerazione delle azioni giudiziarie ancora in essere ad oggi" ha concluso l'avvocata Consuelo Locati referente del team legale (composto dagli avvocati Alessandro Pedone, Giovanni Benedetto, Luca Berni e Piero Pasini).

"E’ stata una giornata emozionante - ha commentato Eliana Como de Le Radici del sindacato- proprio oggi nell’anniversario della strage di Viareggio. Le tre vicende che abbiamo ricordato sono molto diverse ma hanno in comune un elemento decisivo: la vita delle persone é stata sacrificata sull’altare di un interesse privato, subordinando la sicurezza di chi lavora e di chi abita un territorio al profitto di pochi. In tutti e tre i casi non è stato un errore, né un incidente o una fatalità.

Ci sono delle responsabilità e anche se, in vario modo, in tanti provano a insabbiarle, chi oggi era qui continuerà a battersi affinché si faccia verità e giustizia. Spero che l’incontro di oggi serva a fare rete e creare legami di solidarietà per il futuro. Affinché quello che è accaduto a Bergamo, a Viareggio e a Livorno non accada mai più".

Giacomo Sini della strage della Moby Prince ha concluso: "Come familiare di una delle vittime della Moby Prince il 29 Giugno è fondamentale come si sia evidenziata l'importanza  della solidarietà e la battaglia portata avanti con cittadini e solidali negli anni. Con essa è uscita fuori una verità civile e dal basso che ha tirato fuori i nomi dei colpevoli della strage ed una verità storica che solo la giustizia statale non ha accettato. Solo attraverso la lotta dei familiari si è messo in discussione un sistema di giustizia, quello statale ed ufficiale, che ha difeso e scagionato i colpevoli reali della vicenda. Nella giornata del 29 è fondamentale come si sia ricordato che attraverso un fronte comune di lotta lo stato debba fare dei passi indietro, che la solidarietà è l'unica arma a disposizione che familiari delle stragi di stato hanno e ci si è ripromessi di creare un nuovo fronte comune".

 

I NOSTRI PRECEDENTI ARTICOLI

Inchiesta Covid: udienza davanti al Gip di Roma, chiesta l’imputazione coatta per tutti gli indagati

https://www.wordnews.it/inchiesta-covid-udienza-davanti-al-gip-di-roma-chiesta-limputazione-coatta-per-tutti-gli-indagati

Udienza su mancata attuazione piano pandemico e falso nelle autovalutazioni

https://www.wordnews.it/udienza-su-mancata-attuazione-piano-pandemico-e-falso-nelle-autovalutazioni

Covid, richiesta archiviazione caso di Alzano: vicenda giudiziaria non è ancora chiusa

https://www.wordnews.it/covid-richiesta-archiviazione-caso-di-alzano-vicenda-giudiziaria-non-e-ancora-chiusa

I procedimenti di falso e sul mancato adeguamento del piano pandemico non sono archiviati

https://www.wordnews.it/i-procedimenti-di-falso-e-sul-mancato-adeguamento-del-piano-pandemico-non-sono-archiviati

Giornata Memoria vittime del covid19, nessun minuto di silenzio nelle scuole italiane

https://www.wordnews.it/giornata-memoria-vittime-del-covid19-nessun-minuto-di-silenzio-nelle-scuole-italiane

Attraverso e oltre: ad Albino parole e musiche per commemorare le vittime del Covid19

https://www.wordnews.it/attraverso-e-oltre-ad-albino-parole-e-musiche-per-commemorare-le-vittime-del-covid19

«Il Presidente della Repubblica si faccia garante della Commissione parlamentare Covid»

https://www.wordnews.it/il-presidente-della-repubblica-si-faccia-garante-della-commissione-parlamentare-covid

La commissione d’inchiesta sul Covid è realtà. I familiari delle vittime: «È l’ora della verità»

https://www.wordnews.it/la-commissione-dinchiesta-sul-covid-e-realta-i-familiari-delle-vittime-e-lora-della-verita

I familiari delle vittime del Covid19 si rivolgono alla giustizia europea: primo step per il ricorso alla Cedu

https://www.wordnews.it/i-familiari-delle-vittime-del-covid19-si-rivolgono-alla-giustizia-europea-primo-step-per-il-ricorso-alla-cedu

«Per non dimenticare, la verità come radice di giustizia»

https://www.wordnews.it/per-non-dimenticare-la-verita-come-radice-di-giustizia

Covid e nuova polmonite: “Non vogliamo vedere un’altra gestione improvvisata, caotica e creativa”

https://www.wordnews.it/covid-e-nuova-polmonite-non-vogliamo-vedere-unaltra-gestione-improvvisata-caotica-e-creativa

Ranica (Bergamo), presentazione del libro “Quello che resta di una vita”

https://www.wordnews.it/ranica-bergamo-presentazione-del-libro-quello-che-resta-di-una-vita

Ad Alzano Lombardo il docufilm “Sotto la cenere”

https://www.wordnews.it/ad-alzano-lombardo-il-docufilm-sotto-la-cenere

«L’Italia non è stata travolta da uno tsunami ma dalla sua impreparazione»

https://www.wordnews.it/litalia-non-e-stata-travolta-da-uno-tsunami-ma-dalla-sua-impreparazione

Gestione pandemia: le archiviazioni non cancellino gli errori

https://www.wordnews.it/gestione-pandemia-le-archiviazioni-non-cancellino-gli-errori

Familiari vittime Covid19: archiviate molte posizioni ma per noi sono colpevoli

https://www.wordnews.it/familiari-vittime-covid19-archiviate-molte-posizioni-ma-per-noi-sono-colpevoli

“Violati i diritti fondamentali dell’uomo: Bergamo e l’Italia non dimenticano”

https://www.wordnews.it/violati-i-diritti-fondamentali-delluomo-bergamo-e-litalia-non-dimenticano

 Onore e memoria per le vittime del Covid: il punto sull’inchiesta di Bergamo e sulle criticità dell’archiviazione di Conte e Speranza

«Un bavaglio sulla morte di migliaia di persone»

«Questa non è giustizia, tradita la memoria dei nostri cari»

Strage bergamasca e lombarda, «si riscrive la storia»

Si potevano evitare decine di migliaia di decessi

Emerse gravi omissioni e violazioni di norme che tutelano i cittadini

«Non dimenticate i nostri cari»

Familiari vittime covid: «Commissione d’inchiesta subito»

Sulle denunce delle famiglie delle vittime della pandemia si vuol far cadere oblio e «colpevole silenzio»?

Giornata nazionale vittime Covid19: «Il nostro 18 marzo di memoria e vita»

In parlamento la voce dei familiari delle vittime del Covid

I familiari delle vittime del Covid19 donano un libro al Bosco delle querce di Seveso

La reazione dei familiari: «Fontana, non sei il benvenuto»

Natale solidale con l’associazione Sereniesempreuniti

Voci e parole: a Milano il libro dei familiari delle vittime con un video inedito

San Marino. Convegno del CEMEC con partecipazione Associazione Familiari Vittime Covid Bergamo

Fine emergenza sanitaria «Giusto andare avanti ma doveroso accertare le responsabilità»