Scintille

La poesia che fa da sfondo ed incornicia il dialogo d'amore, eterno ed ineffabile condizione dell'animo umano.

Scintille

Amore che intinge il cuore nei tramonti
arrovellati dalla luce tagliente
dei corpi dismessi dal calore.


Amore che presta le sue barriere all’inutilità.


Amore che spinge i tuoi occhi a scorgere
sempre una scintilla nei miei sguardi.


Amore che squarcia la notte con i sibili del silenzio
 entra prepotentemente nelle mie viscere
a cogliere il seme del peccato.


Travolti chiediamo compassione
per i giorni caduti nel peccato,
per argini di sofferenza immersi
nel vuoto crepitio del fuoco
che accende le mie membra e ricorda
il potere delle tue mani poste
a desiderio dei miei peccati.


Forza che macchia le futili giornate,
che imprime la sua presenza,
ignora il tempo che fugge,
maschera di azzurro le paure
che regnano tra gli amanti.


Tu amore, prendi i miei sogni per tramutarli
in regole del gioco scampate alla ragione e al dubbio.

Il turbinio del desiderio si appiana
sulla corteccia del tuo guscio
dipinto dalle stelle che giocano
di notte con noi.
Amore., mai svelato, mai temuto,
mai perduto.
Amore.