Strame

Strame

Quando dalle viscere
della memoria
estrarrai, 
figlio del tempo,
un filo di domanda
dalla terra nuda
che cosa ti risponderà 
la storia?

Tra rocce calve
mille e più “perché”
rimbalzeranno in echi
dell’infinito strame
dello sciagurato 
loro vivere gli uomini.