Subito un tavolo negoziale per la PACE

DALLA NOSTRA INVIATA ALESSANDRA RUFFINI. Una grande manifestazione per la pace. La piazza è strapiena, molte le bandiere della Pace e di Emergency e delle varie associazioni. Una piazza per dire NO alla guerra, NO al riarmo. SI ad un tavolo negoziale contro la guerra in Ucraina ma anche contro tutte le guerre del mondo.

Subito un tavolo negoziale per la PACE

"A che serve avere le mani pulite se si tengono in tasca?"

Don Lorenzo Milani 


"Ognuno deve sentirsi responsabile di tutto”.

Lo ha detto don Luigi Ciotti, di Libera, in un passaggio del suo intervento dal palco a piazza San Giovanni.

È un concetto fondamentale. E la folla che ha riempito le strade di Roma sabato 5 novembre era lì proprio perché si sente responsabile.

Tante persone hanno manifestato per la pace perché la pace va costruita, richiede impegno, buona volontà e un obiettivo grande: la convivenza dei popoli e la volontà politica di tenere lontano lo spettro della guerra mondiale e del rischio nucleare.

Occorre aiutare chi soffre, chi vede quotidianamente calpestati i propri diritti, chi non ha cibo, chi non ha acqua, chi ogni giorno assiste inerme alla morte dei propri figli. Le guerre sono decise dai governi, dai mercanti di armi, dalle politiche sbagliate.

"Non ci sono popoli da conquistare, ma popoli con-cui-stare" ci  ha detto sabato Alessandro Bergonzoni. Gli oltre 100 mila cittadini che sono scesi in piazza vogliono, anzi pretendono, di essere ascoltati dala politica.

Basta con il riarmo.

Subito un tavolo negoziale.

Perché tra mille dubbi vi è una granitica certezza: la guerra non la vince nessuno, la perdiamo tutti.

 

LEGGI ANCHE:

Una piazza di Pace

Piazza San Giovanni piena di gente: non accadeva da anni

 

Vergognatevi tutti. Siete solo dei folli

- La differenza

 

LA GUERRA IN UCRAINA E IL COSTITUZIONALISMO DEMOCRATICO

«Putin sottovaluta l’Europa»

«Putin ha violato il diritto internazionale. Ora si deve ritirare»

«Putin non è il demonio. È stato messo con le spalle al muro»

I profughi di guerra sono tutti uguali

«Se vuoi la Pace costruisci la Pace»

 

La guerra è morte e distruzione

Gli occhi di Kiev

Terni, fiaccolata contro la guerra

L'Italia RIPUDIA la guerra

 

Stiamo rischiando una terza guerra mondiale?

Ingroia: «No ad ogni guerra»

 

Per quale ragione non è stata sciolta la NATO?

Invasione dell'Ucraina, Draghi avvisa Putin: «Ritiri le truppe»

 

- Il discorso dello Zar, con la minaccia: «Non reagite, le conseguenze saranno come mai viste in tutta la storia»

La Russia attacca. Putin minaccia il mondo: «non interferite, altrimenti ve ne pentirete»