The Life – La longevità di Marina Abramović in un fantasma in 3D

WordNews è a Pesaro, per assistere a “The Life”, un’esperienza cinematografica a dimensione intera della durata di 19 minuti con una performance originale di Marina Abramovic.

The Life – La longevità di Marina Abramović in un fantasma in 3D


Pesaro è la Capitale italiana della cultura 2024: un viaggio condiviso con la provincia come territorio policentrico sul tema La natura della cultura, ideato per esprimere la volontà di esplorare tutte le interazioni tra arte, natura e tecnologia. Parlando di tecnologia è impossibile non fare riferimento all’ultimo progetto artistico dell’artista serba Marina Abramović a cui abbiamo dedicato un precedente articolo https://www.wordnews.it/la-grande-mostra-di-marina-abramovic-ad-amsterdam

WordNews è a Pesaro, per assistere a “The Life”, un’esperienza cinematografica a dimensione intera della durata di 19 minuti con una performance originale di Marina Abramovic.

L’artista transita tra i mondi, dissolvendosi in ombre e scintille, riformandosi sia come arte sia come energia, tempo e spazio. La tecnologia dona un grande sostegno a questo progetto virtuale che enfatizza l’abilità comunicativa dell’artista, trasmettendo la sua filosofia sull’arte del futuro: L’arte del futuro è un’Arte senza oggetti, è solo pura trasmissione di energia tra lo spettatore e l’artista.

Marina Abramovic si muove attraverso sguardi, movimenti leggeri e cauti in un cerchio che assomiglia, a volte, ad un embrione scintillante che si commuta in un avatar presente, virtuale appunto, ma ben raggiungibile. La leggendaria artista, attraverso un supporto registrato, dona un tratto della sua vita, The Life, per affermare la sua presenza nello spazio, irradiandosi verso lo spettatore, creando così una forte connessione mettendo in evidenza il suo carisma. Come in tutte le performance, Marina Abramovic ha la capacità di coinvolgere fino al midollo e in qualche modo, con quest’ultima opera, lascia il testamento della sua straordinaria energia trasmessa in una vita intera.   

“The Life si occupa di ciò che resterà, dopo che non ci sarò più e potrò affrontare me stessa. È un’esperienza spaventosa: puoi guardarti come se guardassi il tuo fantasma. C’è sempre quest’idea dell’immortalità, che quando morirai, le tue opere ti sopravvivranno perché possono perpetuarsi nella performance e rimanere nella memoria del pubblico e in nessun altro luogo in cui sono custodita per sempre.”

La mostra “The Life” è visitabile a Pesaro al Centro Arti Visive Pescheria fino al 18 giugno 2024 in anteprima nazionale https://pesaromusei.it/the-life-marina-abramovic/