ADLER: «Un boato incredibile». Un morto e due feriti ad Ottaviano?

ESPLOSIONE A OTTAVIANO. Parla la testimone: «Dagli ultimi messaggi che ho ricevuto parecchi feriti gravi e qualche morto. L’esplosione è stata terrificante. In casa mi si è spaccata tutta la contro soffittatura».

ADLER: «Un boato incredibile». Un morto e due feriti ad Ottaviano?

OTTAVIANO. «Ora siamo rientrati in casa per il troppo fumo nero che c’è fuori». Queste le prime parole pronunciate, dopo la forte esplosione, da una signora che abita a pochi metri dalla Adler Plastic di Ottaviano. «Intorno alle 15:45 abbiamo sentito un boato incredibile, è tremata tutta la casa. Siamo scappati subito fuori e abbiamo visto una fumata nera incredibile. Dopo qualche minuto abbiamo visto passare una quantità incredibile di pattuglie di carabinieri, polizia, ambulanze».

 

Ma cosa è successo?

«È esplosa la fabbrica della spugna, l’Adler. Si presume un silos di gas».

 

Proprietà?

«Degli Scudieri».

 

È la prima volta che si registra un episodio del genere?

«Che io mi ricordi questa è la prima volta».

 

Ci sono vittime, feriti?

«Dagli ultimi messaggi che ho ricevuto parecchi feriti gravi e qualche morto. L’esplosione è stata terrificante. In casa mi si è spaccata tutta la controsoffittatura».

 

A quanti metri dista la sua abitazione?

«In linea d’aria non sono nemmeno 70/80 metri, percorrendo la strada normale saranno 400 metri».      

 

Abbiamo contattato il commissariato di San Giuseppe Vesuviano ma gli agenti, coordinati dal dirigente dott. D’Antuono, sono impegnati sul posto per accertare l’accaduto. «Stiamo operando, non abbiamo ancora informazioni certe».

Sul posto sono intervenuti i Vigili del Fuoco di Napoli, Ponticelli e Nola. «Siamo sul posto e stiamo operando. Abbiamo varie squadre, stiamo cercando di arginare le fiamme. L'azienda produce componenti per industria del trasporto, quindi tutto materiale plastico. Stiamo lavorando per domare le fiamme».

 

Queste le parole utilizzate dal sindaco di Ottaviano, Luca Capasso (postate sulla sua pagina Facebook): «Ottaviano è stata colpita da una tragedia terribile, che ha provocato un morto e due feriti. Chiedo scusa se soltanto adesso lo faccio, ma sono stato impegnato sul posto, come potete immaginare: vi chiedo di chiudere le finestre a scopo precauzionale, in attesa dell’Arpac che effettuerà a brevissimo tutti i rilievi. Ripeto: si tratta di una precauzione. Vi terrò aggiornato su tutti gli sviluppi, ma ora è soprattutto il momento di pregare per la vittima di questo bruttissimo evento e per i feriti».

 

La vittima si chiama Vincenzo Lanza, età 55 anni.