Questione rifiuti in Umbria

LA VIDEOINTERVISTA. Ne abbiamo parlato con il dottor Giovanni Vantaggi, (medico Isde) e Fabio Neri, comitato No Inceneritori. L'evento è in collaborazione con Altro Vento.

Questione rifiuti in Umbria

In Umbria la questione rifiuti, tra trattamento e smaltimento degli stessi, è un annoso problema mai risolto. Se i cittadini si mostrano maggiormente sensibili e virtuosi in termini di raccolta differenziata e conferimenti, la politica tende a distruggere anni di lavoro e buoni propositi.

L'attuale giunta regionale, guidata dalla Lega, con il nuovo piano rifiuti sembra tornare indietro di decenni. Si torna prepotentemente a parlare di incenerimento, discariche e CSS da bruciare nei cementifici. E quella politica green tanto sbandierata al momento dell'insediamento dove è andata a finire?

In campagna elettorale tutti i partiti promettono l'attuazione di politiche a tutela dell'ambiente e della salute dei cittadini, per poi strizzare l'occhiolino ai privati che fanno business con i rifiuti, senza alcuna considerazione per i territori interessati.

Il negazionismo ambientale attuato dalle giunte umbre, in maniera trasversale, hanno creato e continuano a creare gravissimi problemi per gli umbri; anche da un punto di vista economico ed occupazionale i risultati sono scoraggianti.

Ne abbiamo parlato con il dottor Giovanni Vantaggi, (medico Isde) e Fabio Neri, comitato No Inceneritori.

L'evento è in collaborazione con Altro Vento.

 

ECCO IL VIDEO:

 

 

 

LEGGI ANCHE:

«Cingolani non è il ministro dell'Ambiente, è il ministro dell'Industria»

Laterlite di Bojano, una bomba ecologica. Parla Rabitti: «Non ho mai visto una cosa del genere»