Minori e abusi sessuali, Di Noto: «impegno forte e concreto e non solo voce flebile»

Appello del fondatore dell’associazione Meter don Fortunato Di Noto al Consiglio d’Europa. Telefono Azzurro: «per una supposta tutela della privacy la Commissione Europea rischia di cancellare importanti strumenti contro gli orchi online. Uscito nei giorni scorsi un nuovo libro di don Fortunato, Pietruzze».

Minori e abusi sessuali, Di Noto: «impegno forte e concreto e non solo voce flebile»
il nuovo libro di don Fortunato Di Noto

«Condividiamo l'appello del Consiglio d’Europa sulla protezione dei bambini contro lo sfruttamento sessuale che è un dovere di tutti gli Stati. Che non sia solo voce flebile ma un impegno forte e concreto. L’abuso è un omicidio psicologico e a volte, tante volte, una eliminazione definitiva dell'infanzia mai vissuta – è l’appello lanciato da don Fortunato Di Noto il 18 novembre -. Gli abusi sessuali sui minori, in Europa, hanno raggiunto livelli incontrollabili, come nel mondo, basti pensare che la stessa che chiede impegno dichiara che ci sono stati e ci sono 18/19 milioni di minori abusati sessualmente. In un ragionamento logico, se il rapporto è 1 a 1, fatevi il conto di quanti abusatori ci sono solo in Europa. I Report Meter sono la evidente mappatura, documentata, di un impegno da sempre. Rinnoviamo l'appello ad agire per ogni segnalazione... significa individuare i trafficanti mercenari di bambini e in alcuni casi, ancora pochi, individuare le vittime e di conseguenza gli abusatori. Alla denuncia, da fare sempre, l'informazione e la prevenzione siano un progetto a lungo termine realizzato da tutti, nessuno escluso: la Società, la Chiesa e le altre Confessioni religiose, i Colossi del web, il mondo della politica, culturale e artistico. Tutti»

«L’utilizzo crescente della tecnologia, cui la pandemia ha costretto i minori in questi mesi, ha purtroppo contribuito a una forte crescita degli abusi online» la denuncia del presidente nazionale di Telefono Azzurro Ernesto Caffo. In occasione della Giornata Europea per la protezione dei minori contro gli abusi sessuali Telefono Azzurro ha organizzato un dibattito online durante il quale ha lanciato una forte denuncia su un rischio che arriva proprio dal cuore delle istituzioni europee: con «l’entrata in vigore del Codice Europeo delle Comunicazioni Elettroniche prevista per dicembre 2020 – leggiamo nel comunicato di presentazione del dibattito svoltosi il 18 novembre - i servizi di comunicazione online dovranno rispettare regole di riservatezza più stringenti e di conseguenza le segnalazioni volontarie di CSAM (“child sexual abuse material”) saranno vietate.

Una deroga temporanea per consentire ai servizi di comunicazione online di continuare ad utilizzare le tecnologie capaci di rilevare CSAM, segnalando i contenuti illegali alle autorità, è oggetto di una discussione davanti alla Commissione per le libertà civili, la giustizia e gli affari interni (LIBE) del Parlamento europeo. Se verrà approvata sarà possibile continuare ad utilizzare queste tecnologie fino al 2025, in attesa di una soluzione definitiva». L’entrata in vigore di questo nuovo Codice renderebbe illegali alcuni strumenti elettronici fondamentali per il contrasto alla pedopornografia online dalle stesse forze dell’ordine, filtri antipedofilia che solo l’anno scorso hanno permesso di individuare 70 milioni di immagini e video in tutto il mondo di cui oltre 3 milioni negli stati dell’Unione Europea.

«La pedofilia è un omicidio psichico dove le relazioni sono tossiche, velenose e mortali. Eccome se non uccide - il grido che il fondatore di Meter ha lanciato sui social il 3 novembre - la vita dei bambini. Non mi soffermo sulla pedofilia sadica. Le foto e i video ne sono una conferma. ll pedofilo preferisce bambini prepuberi (pochi giorni fino a 12/13 anni). Il bambino in questa relazione è tradito, manipolato è può andare incontro a uno stato dissociativo, a una grave depressione, a sensi di colpa intensi che minano il senso della propria identità. Nei soggetti, appunto prepuberi, ciò che si va a colpire è l’evento trasformativo fisico e psichico dell’adolescenza. Gli effetti di questo omicidio psichico sono permanenti e perduranti nelle relazioni affettive e sociali».

Dal cammino ultradecennale per i bambini vittime degli orchi è nato «Pietruzze», il nuovo libro di don Fortunato. Un libro che «non si legge dall’inizio alla fine» ha scritto il fondatore di Meter nella presentazione perché sono «frammenti, schegge, per l'appunto Pietruzze. Sassolini che schizzano e ti sfiorano, pietruzze lanciate per suscitare una riflessione, una reazione». Il libro è una raccolta di di articoli, meditazioni, e interviste su vari argomenti legati al sociale, alla famiglia, alla chiesa e all'abuso con un’attenzione particolare rivolta «ai piccoli, soprattutto a quei bambini a cui una certa umanità inumana non vuole più bene».

Il libro si può acquistare online, per tutte e tutti coloro che volessero sostenere don Fortunato e Meter, qui https://www.controventoaps.org/prodotto/farfuglio.

WORDNEWS.IT © Riproduzione vietata