A Francesco

"Coloro che ci hanno lasciati non sono assenti, sono solo degli invisibili: tengono i loro occhi pieni di gloria puntati nei nostri pieni di lacrime" – diceva Sant’Agostino

A Francesco
Francesco Macari

"...e non abbiam bisogno di parole per spiegare quello che è nascosto in fondo al nostro cuore".

Se potessi te lo canterei così, Maestro Macari. Solare, sempre pronto ad aiutare gli altri, inarrestabile e sincero, brillante in tutto. Ogni cosa che riconduce a te è un sorriso, perché tu facevi SORRIDERE, come solo un vero AMICO sa fare.

Quando penso a te è tutto un mix di ricordi, di esperienze e di cose belle, di MUSICA...la tua.

La tua energia era contagiosa, la tua caparbietà, la tua forza;  non ti sei mai arreso, di fronte a nulla, anche quando la vita ti ha messo a dura prova contro quel brutto male che ti ha strappato via da tutti noi. Sette anni senza te, ma sembra ieri. 

Il nostro è stato solo un "ciao" perché i nostri cuori sono ricchi della tua immensa bellezza. Ci hai insegnato tanto e continui a vivere in noi.

Mai come in questi giorni abbiamo capito l'importanza delle cose vere, delle amicizie vere. Pensiamo che i nostri giorni siano infiniti finché qualcosa ci fa notare che non è così. Siamo soliti rinviare, pensando che poi avremo sempre il tempo di farlo. Ma il tempo è beffardo e la vita è prepotente, non ti avvisa e, spesso, non ti da il tempo di pensare. 

Oggi ripenseremo a tutto questo, con "il cuore pieno di battiti e gli occhi pieni di te", guardando il cielo oggi saremo tutti con te Francesco #distantimauniti.

 

"Le persone che amiamo non muoiono mai

ma continuano a vivere dentro i nostri cuori per sempre".