Notte degli Oscar

A Los Angeles, nella notte tra domenica e lunedì, si è svolta la cerimonia di premiazione della 92a edizione dei premi Oscar.

Notte degli Oscar

Grande trionfo per Parasite che entra nella storia come primo film in lingua non inglese a vincere l’Oscar. Un film emozionante e profondo che affronta tematiche terribilmente attuali. I protagonisti di Parasite sono una famiglia composta da padre madre e 2 figli di 18 e 20 anni, che vive in uno squallido seminterrato, condiviso con scarafaggi e ubriachi che orinano fuori dalle loro finestre. Ma loro hanno un piano per uscire dalla miseria in cui vivono. Un piano geniale, studiato nei minimi dettagli e se tutti giocheranno bene il loro ruolo forse tutto andrà per il meglio. In questo thriller coreano troviamo due mondi a confronto, la famiglia Kim che vive in un quartiere composto da un groviglio di strade, umide e squallide piene di cavi elettrici e la famiglia Park, anch’essa composta da quattro membri, che vive in una villa moderna su di una collina con la loro domestica nella “città dei ricchi” dove le case appaiono perfette nelle loro linee essenziali, dove si respira benessere anche nelle strade.

Parasite racconta questo infiltrarsi dei poveri nella vita quotidiana dei Park, nei pensieri dei ricchi , nelle loro abitudini come un virus. E’ un racconto della lotta di classe raccontata con classe.

Insomma è stato questo film ad aggiudicarsi ben 4 statuette, miglior film, miglior regia, miglior film straniero e miglior sceneggiatura originale.

Delusione per The Irish Man di Martin Scorsese che, con dieci nomination, non ha vinto nemmeno un premio.

Delusione anche per 1917 di Sam Mendes che si aggiudica solo il premio come miglior fotografia e migliori effetti speciali.

Come molti immaginavano i premi per la miglior recitazione sono andati a: Joaquin Phoenix per la splendida interpretazione in Joker, Renee Zellweger per Judy, Brad Pitt come miglior attore “non protagonista” di C’era una volta……a Hollywood e a Laura Dern per Storia di un matrimonio.

Commovente il discorso di Phoenix, attivista in prima linea per il clima e per i diritti umani, che ha esortato gli spettatori a recuperare il contatto con la natura.

Altri premi sono stati assegnati a:

Piccole donne  per i migliori costumi, Jojo rabbit per la miglior sceneggiatura non originale ed a Bombshell-la voce dello scandalo per il  trucco e l’acconciatura.

Premiato anche Made in Usa come miglior documentario di Barack e Michelle Obama.